Equilibrio emotivo

Dialogo tra intestino e cervello

Più di 200 milioni di neuroni sono collegati al nostro intestino, tanti quanti sono nel nostro cervello.

L'idea di una comunicazione privilegiata tra il cervello e l'intestino non è nuova e gli scienziati si interessano all'argomento da più di 50 anni.

Ma che questo dialogo sia bilaterale e che l'intestino possa inviare messaggi al cervello è un concetto più recente. I ricercatori stanno gradualmente rivelando come il nostro microbiota sia parte

integrante di questo dialogo.

Ansia, depressione, autismo, umore... i batteri intestinali influenzano il nostro comportamento, regolano le nostre risposte emotive e intervengono in queste patologie del sistema nervoso.

L'intestino, la sede delle nostre emozioni 

I nostri sentimenti cambiano le espressioni del viso e il linguaggio del corpo. Quando siamo stressati e nervosi, la nostra frequenza cardiaca aumenta.

 

È quindi naturale che altre parti del nostro corpo, soprattutto l'apparato digerente, siano influenzate dalle nostre emozioni. Un periodo stressante o una rabbia intensa possono, ad esempio, provocare dolori addominali o indigestione.

 

Infatti, la stimolazione del sistema nervoso centrale, così come lo stress, può influenzare l'intestino in diversi modi. L'adrenalina e l'ormone che rilascia corticotropina (CRF) causano contrazioni dell'intestino, che stimolano il transito.

Effetti sul benessere
Asse intestino-cervello

Anche la connessione neuronale tra l'intestino e il cervello è di fondamentale importanza per

l'essere umano.

I batteri che colonizzano l'intestinale, per esempio, controllano la produzione di ormoni

essenziali come la serotonina (l'ormone della felicità) e la melatonina (l'ormone del sonno).

L'asse intestino-cervello ha quindi una notevole influenza sulla salute mentale e quindi sul nostro benessere.

Possono quindi comparire i disturbi più disparati.

Stress, rilascio di ormoni pro-infiammatori
Gli effetti dello stress
✓ Citochine pro-infiammatorie rilasciate dal sistema immunitario.
✓ Glucocorticoidi nelle ghiandole surrenali stimolati dal rilascio di ACTH dall'ipofisi, a sua volta

stimolata dalla secrezione di corticoliberina (CRF o CRH).

✓ CRF, che inibiscono le contrazioni dello stomaco e aumentano la permeabilità intestinale,

stimolando la secrezione del colon. Questo spiega il dolore, l'infiammazione e la diarrea.

✓ Cortisolo, noto anche come ormone dello stress, che, oltre ad essere implicato nell’ iperglicemia,

può scatenare una sindrome metabolica e portare all'obesità.

Image non contractuelle

Vivi l'esperienza
GniomCheck
Vivi l'esperienza
GniomCheck

Ordina oggi stesso e ricevi il tuo kit a casa entro 48 ore.

Image non contractuelle

 

Copyright © 2020 Physioquanta Tous droits réservés.

 

Conditions générales de ventes  | Mentions légales |  Protection des données | Utilisation des cookies | Bon de commande

GniomCheck n'est pas un produit médical mais un produit "lifestyle". Ni les informations fournies par Physioquanta, ni les probiotiques recommandés, ne sauraient se substituer à des conseils médicaux et ne servent pas à guérir des maladies. Veuillez consulter votre médecin si vous avez des questions sur votre santé.

  • Noir Icône Instagram
  • Black Facebook Icon
  • Black YouTube Icon